Tiffany, trim3 sopra attese, vede buona stagione natalizia

mercoledì 24 novembre 2010 15:10
 

NEW YORK, 24 novembre (Reuters) - Tiffany & Co (TIF.N: Quotazione) ha chiuso il terzo trimestre con dati sopra le attese e ha indicato che anche i risultati della stagione festiva supereranno le aspettative grazie alla domanda estera e a un rimbalzo del mercato Usa.

Il titolo nel preborsa reagisce con un progresso del 3,6%.

Le vendite sono salite del 29% in Europa, escludendo l'impatto dei movimenti valutari. Le vendite globali nei negozi aperti da almeno un anno hanno segnato un incremento del 7%. Nelle Americhe il gruppo statunitense del lusso ha visto le vendite a parità di perimetro aumentare dell'8% grazie alla rirpesa delle spese dei consumatori in gioielleria.

L'AD Michael Kowalski ha detto che la crescita delle vendite sta "superando le nostre aspettative" all'inizio della stagione natalizia, che rappresenta circa un terzo delle vendite annue di Tiffany.

Il gruppo è anche riuscito a far fronte all'aumento dei costi di argento e oro con un rialzo dei prezzi al dettaglio, facendo salire il margine lordo di 3,7 punti percentuali al 58,5%.

Tiffany ha chiuso il terzo trimestre al 31 ottobre con un utile netto di 55,1 milioni di dollari, o 43 cent per azione, da 43,3 milioni, 35 cent per azione, dello stesso periodo dell'anno prima. Escludendo gli oneri straordinari, l'utile si attesta a 46 cent per azione a fronte di attese per 37 cent.

Il fatturato totale è salito del 14% a 681,7 milioni di dollari, superando le stime degli analisti di 652,8 milioni, secondo i dati Thomson Reuters I/B/E/S.

Il gruppo ha previsto vendite a livello mondiale in crescita del 12% nel trimestre natalizio e ha alzato il range di stime di eps sull'intero anno di 12 cent a 2,72-2,77 dollari, escluse poste straordinarie.