PUNTO 1-Parmalat, utile 9 mesi cala, Mol stabile, conferma stime

giovedì 11 novembre 2010 18:37
 

(riscrive con dettagli da nota)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Parmalat (PLT.MI: Quotazione) chiude i primi nove mesi dell'anno con un utile netto in calo a 198,5 milioni di euro da 283,5 milioni, a causa dei minori proventi da transazioni, e conferma la guidance sull'Ebitda 2010.

Il margine operativo lordo, si legge in un comunicato del gruppo alimentare, rimane stabile a 265 milioni, mentre il fatturato sale del 9,5%, a 3,117 miliardi.

I ricavi del terzo trimestre, pari a 1,09 miliardi, sono sostanzialmente in linea con le stime raccolte da Thomson Reuters IBES (1,07 miliardi), mentre l'Ebitda di 90,5 milioni è inferiore ai 96 milioni attesi.

Il gruppo continua a registrare una forte pressione competitiva da parte dei concorrenti e delle marche private, ma mantiene la redditività anche grazie agli aumenti dei listini prezzi e nonostante il maggior utilizzo della leva commerciale e di quella pubblicitaria, sottolinea la nota.

Alla crescita dei ricavi contribuisce la buona performance delle consociate australiana e canadese anche grazie al consolidamento dell'attività australiana Parmalat Food Products, acquisita nel luglio 2009.

L'effetto cambio presenta due fenomeni sostanziali: l'indebolimento dell'euro nei confronti di quasi tutte le valute dei principali paesi ha avuto impatto positivo sui risultati economici, ma la svalutazione del bolivar venezuelano ne ha in parte ridotto il beneficio.

Il trend positivo è stato inoltre parzialmente compensato dall'andamento negativo dei volumi, soprattutto in Venezuela, dalla scelta di razionalizzazione del portafoglio prodotti a minor margine in Sud Africa e dalla flessione dei volumi in particolare nelle bevande a base frutta in Italia essenzialmente per i fattori climatici.   Continua...