Igd, utile netto +54% in trim3, ricavi totali stabili a 89 mln

giovedì 11 novembre 2010 15:21
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Igd (IGD.MI: Quotazione), la Siiq attiva nel settore immobiliare della grande distribuzione, ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto pari a 22,65 milioni di euro, con una crescita del 54% rispetto ai 14,71 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.

Lo dice una nota della società dopo l'approvazione del cda, aggiungendo che i ricavi totali sono ammontati a 88,88 milioni di euro, lo stesso livello del medesimo periodo nel 2009.

"Tale risultato è principalmente riconducibile, da un lato, alle nuove aperture e acquisizioni effettuate nel corso del 2009 e, in particolare, ai ricavi da attività locativa pari a 80,6 milioni di euro, in incremento del 2,02% rispetto allo stesso periodo del 2009 e, dall'altro, alla contrazione del fatturato registrato in Romania e al calo de ricavi da servizi" dice la nota.

Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a 59,98 milioni di euro, in rialzo del 6,9% rispetto ai 56,14 milioni di euro dello scors anno. L'Ebitda Margin è crescito del 71,4%, mostrando un aumento di 4,6 punti percentuali rispetto al 66,8% precednete.

Il risultato operativo (EBIT) è crescito del 20,3% a 52 milioni di euro dopo i 43,24 milioni del settembre 2009.

I costi diretti, comprensivi dei costi del personale diretto, nei primi nove mesi dell'esercizio 2010 sono stati pari a 17,1 milioni, in calo del 12,96% rispetto al 30 settembre 2009, costi che hanno un'incidenza pari al 20,33% sui ricavi gestionali.

L'indebitamento finanziario netto ammonta a 1,021 miliardi, poco variato rispetto ai 1,027 miliardi al 31 dicembre 2009.

La società ha anche aggiornato il suo piano industriale 2009-2013 con una previsione di investimenti pari a 750 milioni, oltre a 100 milioni in termini di turnover degli asset in portafoglio. L'Ebitda margin è atteso in progressivo miglioramento dal 68% al 76%, mentre l'yield medio del portafoglio stimato in crescita al 6,4% - 6,5% e il gearing ratio entro il limite di 1,5.