Cisco affossata in Germania dopo outlook, schiaccia tech Europa

giovedì 11 novembre 2010 12:00
 

MILANO/NEW YORK, 11 novembre (Reuters) - Cisco (CSCO.O: Quotazione) precipita in Europa dopo aver dato prospettive insolitamente pessimistiche per il settore e si trascina dietro tutto il settore colpito dalla disillusione su una possibile ripresa degli investimenti.

Alle 11,30 italiane il gigante del traffico del web e wireless cede sul mercato tedesco oltre il 10% - ancora peggio era andato il dopoborsa Usa a meno 13% a 21,40 dollari - mentre lo Stoxx tech indietreggia di quasi un punto.

Peggio ancora STMicro (STM.PA: Quotazione) e Alcatel-Lucent ALUA.PA che arrivano a cedere il 3%, mentre Nokia NOK1V.HE si limita a lasciare mezzo punto.

Cisco ha dato previsioni sul trimestre in corso e sull'anno inferiori alle attese di Wall Street e il Ceo John Chambers, un vero guru di Silicon Valley, ha avverto dei "rischi a breve" in Europe e per la spesa del settore pubblico, aggiungendo un avvertimento sulla debolezza del più importante segmento della domanda, quello dei service provider.

"Prima di tutto quel che pensiamo di questa guidance è che siamo delusi" ha detto agli analisti nella call "è ovvio che nelle nostre proiezioni non c'è una crescita veloce come quella che vorremmo nei prossimi trimestri".ù

Nel 2011 fiscale Cisco vede una fatturato in aumento del 9-12%, sotto il 13,1 visto dalla media delle attese. Per il secondo triemstre fiscale, quello in corso, l'attesa del gruppo è +3-5% contro un consenso a +13%.

Quel che pensano gli analisti lo riassume William Choi, analista di Jefferies & Co: "la società è ben gestita e molto rispettata - quando fissano una guidance la rispettano. Questo pessimismo ci lascia perplessi". Le attese di eps trim2 date dagli uomini di Chambers sono tra 32-35 cent, il mercato attendeva 42 cent.