Telefonica, utile 9 mesi sotto attese, debole attività in Spagna

giovedì 11 novembre 2010 08:51
 

MADRID, 11 novembre (Reuters) - Il gigante delle tlc spagnolo Telefonica (TEF.MC: Quotazione) ha annunciato oggi un utile netto in crescita del 65,6% nei primi nove mesi dell'anno, un risultato inferiore alle previsioni dove la rivalutazione delle attività brasiliane ha mascherato l'andamento deludente del business domestico.

Telefonica ha ammesso che la divisione spagnola è andata peggio nel terzo trimestre, rispetto al resto dell'anno, a causa di un congiuntura difficile e della competizione sempre più feroce. Il fatturato in Spagna ha infatti subìto una contrazione del 4,2% annua nei primi tre trimestri.

Il giro d'affari consolidato è invece risultato in linea con le attese, accelerando del 6% a 44,28 miliardi di euro. Deludente, viceversa, il risultato netto, atteso in crescita del 72,1% a 9,19 miliardi su un aumento dei ricavi del 5,8% secondo un sondaggio condotto da Reuters fra 11 analisti.

Il risultato del maggiore gruppo di telecomunicazioni europeo, azionista anche di Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione) attraverso Telco, ha beneficiato della decisione di rivalutare la controllata Vivo VIVO4.SA dopo l'acquisizione della partecipazione di Portugal Telecom PTC.LS nell'operatore mobile brasiliano. La rivalutazione ha aggiunto all'utile una posta straordinaria positiva per 3,5 miliardi, consentendo al gruppo di centrare un obiettivo di utile per azione per quest'anno altrimenti considerato piuttosto ambizioso. Telefonica ha infine confermato la politica di dividendo e gli obiettivi fino al 2012.