Pop Milano, tranquilla su Basilea 3, possibile impatto positivo

mercoledì 10 novembre 2010 13:50
 

MILANO, 10 novembre (Reuters) - Pop Milano (PMII.MI: Quotazione) sarà in condizione di rispettare gli standard patrimoniali previsti da Basilea 3 da cui potrebbe persino trarre una ricaduta positiva sul Core Tier 1.

E' quanto è emerso nel corso della conference call con gli analisti sui risultati del terzo trimestre annunciati dalla banca ieri a mercato chiuso. Sottolineando che l'impatto più consistente dei nuovi requisiti patrimoniali per quanto riguarda il Core Tier 1 si avrà a partire dal 2015, il condirettore generale di Pop Milano, Enzo Chiesa ha detto che "in ogni caso, anche arrivando alla piena esplosione di Basilea 3 nel 2018 e nel 2019 per noi significa avere circa il 7% di Core Tier 1, l'8,5% di Tier 1 e il 10,5% di Total Capital".

"Tutto sommato siamo relativamente tranquilli", ha aggiunto.

Per il direttore pianificazione, controllo e risk management, Paolo Testi, secondo i dati a disposizione della banca in questo momento "l'impatto di Basilea 3 sembrerebbe addirittura positivo sul nostro Core Tier 1 [...] di circa 10 punti base".

"Chiaramente, questo prima di Seoul, dopo potremo essere più sicuri", ha aggiunto il manager ricordando la riunione del G20 che si terrà a Seoul da domani a venerdì e affronterà anche il tema Basilea 3.