CONTI TRIM3-Parmalat, Ebitda visto in calo, cambi aiutano ricavi

martedì 9 novembre 2010 10:03
 

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Crescente concorrenza delle private label sul mercato italiano, costi del latte in aumento e difficoltà dei consumi in Venezuela dovrebbero pesare sull'Ebitda del terzo trimestre di Parmalat (PLT.MI: Quotazione).

I ricavi dovrebbero invece beneficiare di un effetto cambi positivo e segnare una crescita rispetto allo stesso periodo del 2009.

La guidance di Ebitda sull'intero anno fornita dal gruppo sembra comunque eccessivamente cauta e resta inferiore al consensus.

Secondo la media delle previsioni di otto analisti raccolte da Thomson Reuters IBES, i ricavi sono attesi a 1.068,54 milioni di euro dai 999,3 del terzo trimestre 2009 e l'Ebitda è visto a 96,01 milioni da 103,7 milioni.

Parmalat renderà noti i risultati l'11 novembre.

Marginale l'impatto atteso sui ricavi dall'effetto perimetro legato all'acquisizione nel 2009 di alcune attività nel settore latte dell'australiana National Foods, già in parte consolidate nel terzo trimestre dell'anno scorso.

GUIDANCE GRUPPO SU EBITDA 2010 SOTTO IL CONSENSUS

Sull'intero anno il consensus IBES indica un Ebitda di 379,83 milioni, sopra i 365 milioni confermati "prudentemente" dal gruppo alimentare in occasione della semestrale.   Continua...