Aig, in trim3 perde 2,4 mld dlr, pesano costi cessioni asset

venerdì 5 novembre 2010 14:25
 

NEW YORK, 5 novembre (Reuters) - AIG (AIG.N: Quotazione) ha perso oltre 2 miliardi di dollari nel terzo trimestre a causa di costi e perdite legate alle cessioni di asset, mentre il business assicurativo principale ha registrato risultati misti.

Il gruppo assicurativo Usa conferma il piano di ricapitalizzazione, che dovrebbe concludersi all'inizio dell'anno prossimo, attraverso il quale ripagherà parte dei debiti contratti con il governo per l'operazione di salvataggio e lascerà al Tesoro una partecipazione di appena sopra il 92% nella compagnia.

Nel frattempo il gruppo prosegue con il piano di dismissioni che, come già reso noto, è fonte di forti costi e perdite per le rettifiche di valore degli avviamento.

Tra queste, la vendita della quota di maggioranza in American General Finance al gruppo Fortress Investment (FIG.N: Quotazione) ha comportato una perdita lorda di 1,9 miliardi, mentre le rettifiche legate alla cessione delle attività del ramo vita in Giappone a Prudential (PRU.N: Quotazione), che si concluderà a inizio 2011, ha comportato nel trimestre una perdita di 1,3 miliardi. Considerando queste voci il bilancio del terzo trimestre si è chiuso quindi in rosso di 2,4 miliardi, pari a 17,62 dollari per azione, a fronte di un utile di 455 milioni, o 68 cent dell'anno scorso.

Se si escludono le poste straordinarie e le operazioni discontinuate il risultato operativo registra una perdita di 200 milioni, pari a -1,47 dollari per azione.

Dopo i risultato il titolo Aig è in calo nel preborsa Usa, con una perdita di oltre l'1%.