Cofide, utile netto 9 mesi cala a 23,4 mln, pesa Cir

giovedì 28 ottobre 2010 18:10
 

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Compagnia Finanziaria De Benedetti (Cofide) (COFI.MI: Quotazione) ha chiuso i primi nove mesi del 2010 con un utile netto consolidato di 23,4 milioni di euro, in calo da 61,1 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso, principalmente dovuto al minore contributo della controllata Cir (CIRX.MI: Quotazione).

Per l'intero anno, si legge in un comunicato, Cofide conferma le previsioni di un utile inferiore quello del 2009 in quanto non sono attesi per Cir i proventi non ricorrenti che avevano caratterizzato lo scorso esercizio.

Nel periodo in esame Cofide ha registrato ricavi consolidati per 3,5 miliardi (+11,5%), Ebitda per 285,6 milioni (+41,8%) e Ebit per 156,3 milioni (+55,7%)

A fine settembre, l'indebitamento finanziario netto della holding Cofide era pari a 31 milioni da 35,5 milioni al 30 giugno mentre a livello consolidato del gruppo Cofide era di 2,25 miliardi (2,2 miliardi).

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA2866a]