28 ottobre 2010 / 15:55 / tra 7 anni

SINTESI - Amplifon, risultati su in 9 mesi, ottimismo su futuro

(accorpa take, aggiunge dettagli da intervista, conference call, background, andamento titolo)

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Amplifon (AMPF.MI) ha chiuso i primi nove mesi dell‘anno con un utile netto di 15,5 milioni, in crescita del 18,8% rispetto allo stesso periodo del 2009.

I ricavi, si legge in un comunicato del gruppo attivo nella distribuzione e applicazione di apparecchi acustici, sono saliti dell‘8,6%, a 498,5 milioni.

L‘Ebitda è cresciuto del 13%, a 60,6 milioni; il dato registra un incremento del 29,5% al netto dei costi per l‘acquisizione dell‘australiana Nhc, degli sconti una tantum e della plusvalenza realizzata con la cessione della divisione service Italia.

L‘indebitamento netto è sceso a 149,7 milioni da 192,5 milioni al 30 settembre 2009.

Amplifon nei prossimi mesi intende focalizzarsi sull‘efficienza operativa, sul controllo dei costi e sul raggiungimento di quote di mercato ottimali nei mercati di riferimento.

Il titolo Amplifon ha reagito positivamente ai risultati, spingendosi sino a 3,89 euro, per per chiudere a 3,8525 euro (+1,78%).

RISULTATI 2010 SUPERIORI AD ANNO SCORSO, OTTIMISMO SU 2011

Intervistato da Reuters, l‘amministratore delegato Franco Moscetti ha anticipato che, alla luce dei conti dei primi nove mesi, i risultati 2010 saranno migliori dell‘anno scorso, anche grazie al probabile consolidamento, a partire da dicembre, dell‘australiana National Hearing Care (Nhc), acquisita nel terzo trimestre.

“Ci aspettiamo di fare meglio dell‘anno scorso”, ha spiegato Moscetti, riferendosi ai risultati del 2010. “Ci confrontiamo con un quarto trimestre che era stato molto buono. Ma l‘azienda sta andando bene”.

Interpellato sul consolidamento in bilancio di Nhc, l‘AD ha detto: “Probabilmente potremo consolidarla dall‘1 dicembre, se entro il 30 novembre riceveremo le autorizzazioni. Non dipende da noi. Stiamo aspettando le autorizzazioni a giorni, presumiamo che entro la fine di novembre il problema sarà risolto. Riteniamo che un terzo di quota [di Nhc] verrà consolidata nel quarto trimestre”.

Nel corso della conference call di presentazione dei risultati dei nove mesi, Ugo Giorcelli, direttore finanziario di Amplifon, ha confermato che “il closing dell‘acquisizione di Nhc è atteso entro fine novembre. Forse sarà due settimane prima, forse due settimane dopo”.

Moscetti, nell‘intervista, ha aggiunto che, grazie ad Nhc, che ha una profittabilità elevata, “miglioreremo tutti i parametri”.

Commentando i risultati dei primi nove mesi, l‘AD ha sottolineato che sono stati ottenuti “senza tagliare investimenti, personale o spese di marketing” e si è soffermato sull‘andamento del business negli Stati Uniti, che ha registrato “un netto miglioramento del margine Ebitda, tornato a due cifre”. Qualora l‘economia Usa riprendesse in modo deciso, ha aggiunto il manager, “siamo in pole position per approfittarne”. Giorcelli ha puntualizzato che il livello di profittabilità negli Usa “è sostenibile nell‘intero 2010”.

Il Cfo si è detto ottimista che “la Gran Bretagna possa raggiungere il break-even” (nei nove mesi, l‘Ebitda è stato negativo per 4,1 milioni), ma l‘ha definita “una prospettiva di lungo termine”. L‘AD ha aggiunto che “dipenderà dall‘andamento dell‘economia britannica”. Moscetti ha detto che “per ora non c’è un‘exit strategy” dalla Gran Bretagna e ha posto l‘accento sul fatto che “(il premier David) Cameron sta prendendo diverse decisioni sul servizio sanitario, può darsi che nelle prossime settimane si occupi” degli apparecchi acustici. Al momento, infatti, il servizio nazionale li fornisce gratuitamente.

In condizioni di “economia normale” a livello globale, ovvero che non “vedrà grandi miglioramenti, ma non registrerà un ulteriore degrado”, ha proseguito Moscetti, “vediamo il 2011 in modo ottimistico”.

A BREVE DECISIONE SU SOTTOSCRITTORI AUMENTO CAPITALE

L‘AD, rispondendo ad una domanda di Reuters sui contatti con i potenziali sottoscrittori dell‘aumento fino al 10% del capitale, ha anticipato che “presto daremo notizie al mercato. Stiamo concludendo la scelta dell‘opzione [fra più soggetti finanziari attraverso un accelerated book building o un partner industriale strategico]. Ci eravamo impegnati a concludere entro la fine di novembre. Se riusciamo ad anticipare di qualche giorno, tanto di guadagnato. Stiamo finalizzando le ultime attività”.

Nel corso della conference, Giorcelli ha aggiunto: “Non abbiamo notizie specifiche [sull‘iter dell‘aumento di capitale]. Posso soltanto ribadire che abbiamo tempo fino a giugno per completare l‘operazione”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below