PUNTO 1 - Unicredit non vede aumento capitale - AD a stampa

mercoledì 27 ottobre 2010 08:54
 

(aggiorna con altre dichiarazioni, contesto)

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) in questo momento non ha bisogno di ricorrere a un aumento di capitale per adeguarsi a Basilea III.

Lo ha detto l'AD Federico Ghizzoni in una intervista pubblicata oggi da La Repubblica.

"Stiamo studiando Basilea III ma i parametri non [sono] ancora chiari su diversi punti - dice l'AD - Allo stato non abbiamo bisogno di nuovo capitale, se vi saranno novità legislative vedremo. In questa fase contiamo di svilupparci senza aumenti".

Ghizzoni ha poi aggiunto che la banca nel 2009 ha "distribuito il dividendo minimo e contiamo di dare un dividendo anche nel 2010".

Il nuovo AD ha precisato a La Repubblica che non ci saranno cambiamenti per le partecipazioni strategiche come Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) dopo l'uscita dell'ex amministratore delegato Alessandro Profumo.

"Entrerò nel patto al posto di Profumo, per noi Mediobanca è stata e sempre sarà un partner importante, strategico. Come azionisti vogliamo assicurare stabilità, anche sulle sue partecipazioni fra cui Generali (GASI.MI: Quotazione)".

Ghizzoni nell'intervista esclude che gli azionisti libici stiano riconsiderando il loro investimento in Unicredit o che ci sia il rischio di una scalata da parte di Tripoli.   Continua...