Dexia punta sul retail,tratta con Poste francesi,titolo volatile

martedì 12 ottobre 2010 09:32
 

BRUXELLES, 12 ottobre (Reuters) - Il gruppo finanziario franco-belga Dexia (DEXI.BR: Quotazione) punta ad aumentare in maniera significativa i ricavi della banca commerciale e dell'attività retail nei prossimi quattro anni e conferma le trattative con la francese Banque Postale in vista di un possibile avvicinamento.

La banca ha tuttavia avvertito che i ricavi soffriranno quest'anno e nel 2011 a causa dei vincoli in termini di cessioni all'estero e di riduzioni di bilancio imposti dalla Commissione Europea per aver ricevuto fondi pubblici durante la crisi.

La ripresa dovrebbe iniziare dal 2012.

Dexia, prima della crisi leader mondiale dei finanziamenti agli enti pubblici, adesso punta a generare il 60% delle proprie entrate con la divisione commerciale e quella retail nel 2014, contro il 36% nel 2007.

La banca prevede inoltre un risultato lordo di 1,4 miliardi nel 2012, in linea con il 2009 e di 1,8 miliardi nel 2014, si legge in un comunicato.

Di qui al 2014, il gruppo finanziario intende accelerare inoltre lo sviluppo in Turchia, dove è già presente con la filiale Denizbank (DENIZ.IS: Quotazione), con l'obiettivo di realizzare nel paese il 27% dei propri ricavi.

A una domanda sui progetti con Banque Postale, l'AD Pierre Mariani ha confermato oggi l'esistenza di trattative, astenendosi tuttavia da commenti più ampi.

Il titolo Dexia ha aperto in moderato rialzo a Parigi prima di virare in negativo. Intorno alle 9,30 cede l'1,8% a 3,3 euro, peggio del CAC 40 .FCHI, in calo di un punto percentuale.