Risanamento, accantonati 80 mln per S.Giulia, cda per 2446 cc

martedì 7 settembre 2010 09:41
 

MILANO, 7 settembre (Reuters) - Risanamento (RN.MI: Quotazione) chiude il semestre con una perdita consolidata di 64,5 euro, in miglioramento dal rossoi al 30 giugno 2009 di 171 milioni di euro.

La società, dice una nota emessa dopo il cda convocato per ieri sera, ha deciso un accantonamento di 80 milioni di euro nelle controllate Milano Santa Giulia e Milano Santa Giulia Residenze per potenziali costi di bonifica all'area sotto sequestro.

La perdita del semestre porta la società nelle condizioni previste dall'articolo 2446 del Codice (riduzione del capitale per perdite). Su questo punto è stato convocato il Consiglio di Amministrazione per il 23 settembre. Il Cda dovrà approvare una situazione patrimoniale civilistica aggiornata da sottoporre ad una assemblea alla quale, previa integrale copertura delle perdite, verrà "riformulata la proposta di rafforzamento patrimoniale della società".

L'advisor finanziario Leonardo ha inoltre confermato la sostenibilità del piano 2009-2014 tenendo anche conto degli effetti finanziari della vendita dell'Area Falck, la cui esecuzione è prevista entro il 30 settembre.

La nota sottolinea anche che le banche che hanno sottoscritto l'accordo di Ristrutturazione hanno confermato ancora ieri la volontà di dare esecuzione a tutti gli impegni assunti nell' accordo destinati al rafforzamento patrimoniale e finanziario del gruppo.