Credem, utile netto sem1 più che raddoppia a 53,4 mln euro

venerdì 27 agosto 2010 17:28
 

MILANO, 27 agosto (Reuters) - Credito Emiliano (EMBI.MI: Quotazione) ha registrato nel primo semestre 2010 un utile netto di 53,4 milioni, in crescita del 123,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Il margine di intermediazione è salito del 2,8% a 461 milioni, evidenziando una crescita del margine d'interesse del 7,7% a 230,9 milioni a fronte di una riduzione dell'1,8% del margine dei servizi a 230,1 milioni.

I costi operativi mostrano una contrazione del 2,3% a 320,5 milioni per gli effetti del progressivo ridimensionamento dell'investment banking (Abaxbank) e della riorganizzazione del private banking (Banca Euromobiliare).

Il cost/income è pari a 69,5% rispetto a 73,2% a fine giugno dell'anno scorso.

Sul fronte della qualità del credito, le sofferenze, al netto delle rettifiche, sono pari allo 0,9% del totale degli impieghi rispetto allo 0,7% nello stesso periodo dell'anno scorso.

Il costo del credito annualizzato a fine giugno è pari allo 0,33%, in decisa discesa, sia rispetto a fine giugno 2009 (0,71%), sia rispetto a fine 2009 (0,62%).

Il core Tier 1 capital ratio si attesta a 8,5%. Il Total capital ratio è pari a 11,2%.

Relativamente alle prospettive immediate del gruppo, Credem non vede un andamento della gestione caratteristica sostanzialmente diverso da quella del primo semestre a causa delle permanenti incertezze ambientali.

"Si ha peraltro modo di ritenere che le criticità del contesto produttivo continueranno a manifestarsi con significativa intensità per l'intero 2010", aggiunge.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA2737f]