Fiat, difficile Chrysler torni a utile netto in 2010 -Marchionne

martedì 24 agosto 2010 08:59
 

TOLEDO, Ohio, 24 agosto (Reuters) - L'AD della Chrysler e di Fiat FIA.MI Sergio Marchionne ha detto che sarà "difficile" per la costruttrice di auto statunitense realizzare un utile netto nel 2010.

Marchionne non ha inoltre fornito una guidance sulla performance della società per il terzo e il quarto trimestre dell'anno in corso.

Già in passato l'AD aveva detto di aspettarsi un break even per la gestione operativa nel 2010, mentre per il ritorno a un utile netto occorre attendere il 2011.

Per quanto riguarda la performance di Chrysler più in generale, Marchionne ha detto di essere "soddisfatto" e che la casa automobilistica è "davvero in anticipo sul piano" nel recupero dal suo fallimento di giugno 2009.

"Siamo in anticipo sul piano", ha detto Marchionne ai giornalisti, nel corso di un tour dell'impianto di Toledo dove vengono prodotte le Jeep Wranglers con il vicepresidente Usa Joe Biden. "Stiamo realizzando tutto quello che abbiamo detto. Lo stiamo facendo silenziosamente, tenendo la testa bassa".

Quando nella prima metà di agosto Marchionne aveva illustrato i risultati del secondo trimestre, aveva detto che potrebbe alzare l'outlook per il 2010 dopo il terzo trimestre. Nel secondo trimestre la perdita netta di Chrysler è scesa a 172 milioni di dollari dai 197 milioni del primo.

Marchionne non ha fatto commenti sull'Ipo di Chrysler, ma in precedenza aveva detto di voler attendere i risultati di quella di General Motors.

Se non fosse stato per il prestito dal tesoro Usa per avere della liquidità operativa, la società sarebbe già tornata in utile, ha aggiunto.

"Tutti i soldi che ci hanno dato sono debito. Il costo di quella liquidità è molto elevato", ha detto.   Continua...