PUNTO 1-Aig,eps trim2 sopra attese,avvia colloqui uscita governo

venerdì 6 agosto 2010 16:21
 

(aggiunge dettagli, riferimento a uscita governo Usa, aggiorna variazione titolo)

NEW YORK, 6 agosto (Reuters) - AIG (AIG.N: Quotazione) ha chiuso il trimestre con risultati migliori delle attese e ha annunciato di aver avviato dei colloqui per discutere dell'uscita del governo americano, che al momento controlla l'80% del gruppo, salvato dalla bancarotta con 182,3 miliardi di dollari.

AIG ha reso noto di aver avviato nelle scorse settimane i colloqui con la Federal Reserve di New York, il Dipartimento del Tesoro americano e i curatori dell'AIG Credit Facility Trust per definire una strategia che "consenta al governo di uscire dalla proprietà di AIG".

AIG, fino a due anni fa il più grande gruppo assicurativo del mondo, nel settembre del 2008 è stato sull'orlo del fallimento, a causa dei derivati che l'avevano esposta a debiti nei confronti delle più grandi banche europee e americane per decine di miliardi di dollari.

Il gruppo ha chiuso il secondo trimestre con un Eps adjusted pari a 1,99 dollari, superiore al consensus Thomson Reuters, che si fermava a 0,99 dollari. In totale l'utile netto da attività ordinarie è 1,3 miliardi di dollari (da 1,1 miliardi di un anno fa).

I conti hanno chiuso però con una perdita netta di 2,7 miliardi (3,96 dollari per azione) as reported, legata principalmente ad oneri di svalutazione sull'avviamento di 3,3 miliardi.

Lo scorso anno AIG aveva chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 1,8 miliardi.

I ricavi totali del gruppo si sono attestati a 19,982 miliardi, sopra il consensus che prevedeva ricavi per 19,184 miliardi. Al 30 giugno 2010 il patrimonio gestito sale del 10% a 233,8 miliardi di dollari rispetto ad un anno fa.

AIG Financial Product, la divisione principalmente responsabile della crisi di due anni fa, ha ridotto il portafoglio di titoli derivati a 602,4 miliardi di dollari, il 36% in meno rispetto allo scorso anno.

Attorno alle 16, il titolo AIG sale del 4,08%. Nel corso dell'ultimo anno le azioni del gruppo hanno guadagnato il 33%, con una performance di quasi 5 volte superiore allo S&P Insurance Index .GSPINSC.