Axa, semestre migliore di attese ma titolo scende in borsa

mercoledì 4 agosto 2010 12:25
 

PARIGI, 4 agosto (Reuters) - Axa (AXAF.PA: Quotazione), il secondo gruppo assicurativo europeo, ha chiuso il primo semestre con risultati migliori delle attese, grazie a margini più alti sulle polizze vita e a mercati finanziari più forti che hanno attenuato l'impatto di una serie di catastrofi naturali.

I risultati, in linea con l'obiettivo del gruppo di dare la priorità ai margini rispetto alla crescita, non hanno però premiato il titolo, che oggi perde oltre il 3%, dopo aver lasciato sul terreno l'11% del suo valore nel corso dell'anno.

Nel primo semestre dell'anno l'utile da attività ordinarie è sceso del 2% a 2,08 miliardi di euro, superando la previsione di 1,88 miliardi di euro, ottenuta da Reuters tramite un sondaggio di 9 analisti.

L'utile netto nel primo semestre scende del 29% a 944 milioni di euro, ma va tenuto contro della perdita di 1,48 miliardi derivanti dalla vendita degli asset vita in Gran Bretagna, che comunque non ha impedito di centrare un risultato migliore delle attese degli analisti.

I ricavi crescono del 3,1% nella prima meta dell'anno a 49,925 miliardi di euro, con le assicurazioni su case e sinistri che hanno registrato un aumento del 3,2% mentre le polizze vita salgono del 2,7%.

"La performance di Axa nella prima metà del 2010 mette a disposizione basi forti che... aumentano la nostra capacità di rimbalzare quando migliorano le prospettive economiche" ha detto l'AD del gruppo Henri De Castries, che ha riaffermato la volontà di riallocare i capitali del gruppo nei paesi emergenti, a fronte di un rallentamento di alcune attività nei mercati più maturi.

Axa ha dato il via alla stagione delle trimestrali del settore assicurativo, insieme a Munich Re (MUVGn.DE: Quotazione) e Legal & General (LGEN.L: Quotazione). Il comparto ha risentito positivamente della ripresa registrata sui mercati finanziari anche se i bassi tassi d'interesse e una crescita economica in stallo gettano un'ombra sulle prospettive per la seconda parte dell'anno.

Attorno alle 11,50 ora italiana lo stoxx europeo del settore assicurativo cede circa il 2,4%, in un mercato negativo.