CONTI SEM1-Telecom Italia, Ebitda visto in tenuta su tagli costi

martedì 3 agosto 2010 17:29
 

 MILANO, 3 agosto (Reuters) - Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione)
dovrebbe confermare nel secondo trimestre dell'anno le tendenze
già evidenziate nei primi tre mesi, con Ebitda sostanzialmente
stabile rispetto allo scorso anno e margini in salita grazie
alle azioni di tagli dei costi.
 Il consensus delle stime di 16 analisti indica per il primo
semestre fatturato a 13,231 miliardi di euro, Ebitda organico a
5,71 miliardi e Ebit organico a 2,847 miliardi.
 I dati si confrontano rispettivamente con ricavi per 13,321
miliardi, Ebitda a 5,624 miliardi e Ebit a 2,822 miliardi dei
primi sei mesi 2009 riclassificati.
 L'utile netto dopo le quote di minoranza è atteso a 1,176
miliardi da 959 milioni del primo semestre dell'anno scorso, il
debito netto a 33,932 miliardi da 34,859 miliardi di giugno
2009.
 Per il solo secondo trimestre ricavi attesi a 6,818
miliardi, Ebitda a 2,874 miliardi, Ebit a 1,429 miliardi, utile
netto dopo minorities a 575 milioni.
 Le stime raccolte da Thomson Reuters IBES sul secondo
trimestre indicano ricavi a 6,889 miliardi (media di 13
analisti), Ebitda di 2,855 miliardi (10 analisti), Ebit di 1,412
miliardi (10 analisti) e utile netto di 562 miliardi (10
analisti).
 "Il gruppo dovrebbe mostrare lo stesso trend registrato nel
primo trimestre 2010: solida performance in Brasile, ricavi
domestici ancora sotto pressione ma Ebitda salvato dai tagli dei
costi", si legge in una nota Centrobanca del 21 luglio.
 La continua attenzione ai costi dovrebbe avere un impatto
positivo sui margini di Ebitda, che secondo il consensus sono
attesi al 43,2% nel semestre rispetto al 42,2% dello stesso
periodo 2009.
 "I risparmi in Italia dovrebbero restare forti e spingere i
margini domestici", sottolinea Ubs in un report del 30 luglio.
 Tra gli elementi positivi di cui dovrebbe beneficiare il
secondo trimestre gli analisti in generale citano il Brasile e
un miglioramento degli indicatori chiave di performance (KPI)
nel mercato domestico.
 La controllata brasiliana Tim Participacoes TCSL3.SA
TCSL4.SA ha comunicato oggi un utile netto di 101,39 milioni
di reais nel secondo trimestre, rispetto ai 312,98 milioni un
anno prima e contro attese di 101 milioni di reais (1,76 reais=1
dlr Usa). L'Ebitda raggiunge 887 milioni e sale del 16,1% con
Ebitda margin al 25,1% da 21,9% nel trimestre di confronto,
mentre i ricavi netti da servizi sono 3,31 miliardi e salgono
del 6,4%.
 Secondo Morgan Stanley, tuttavia, i risultati del secondo
trimestre del gruppo potrebbero "portare più domande che
risposte sulla capacità di Telecom Italia di riconquistare
slancio sul fronte dei ricavi". In uno studio del 23 luglio, il
broker americano evidenzia che i conti del trimestre
"mostreranno un miglioramento limitato, rendendo più difficile
il raggiungimento dei target per l'intero anno".
 Per il 2010 le previsioni diffuse dal gruppo il 13 aprile,
con l'aggiornamento del piano industriale, vedono ricavi
organici in calo del 2-3% rispetto al 2009, Ebitda organico
stabile, debito finanziario netto rettificato intorno a 32
miliardi. 
 "Nel complesso, ci aspettiamo che i risultati del primo
semestre 2010 siano in linea con le stime dell'intero 2010",
sottolineano gli analisti di Centrobanca.
 Sotto i riflettori del mercato anche il tema dei
licenziamenti annunciati a metà luglio e su cui è in corso un
confronto a tre tra governo, sindacati e compagnia telefonica:
oggi Telecom ha dato disponibilità ad affrontare gi esuberi solo
con la mobilità volontaria.
 Telecom Italia annuncerà i risultati del primo semestre 2010
giovedì 5 agosto.
 
 Di seguito una sintesi delle medie del consensus (in milioni
di euro):
 
                SEM1 2010          SEM1 2009 (riclassificato)
 Ricavi         13.231             13.321
 Ebitda          5.710              5.624
 Ebit            2.847              2.822
 Utile netto *   1.176                959
 Debito netto   33.932             34.859
 
                TRIM2 2010        TRIM2 2009 (riclassificato)
 Ricavi          6.818              6.843
 Ebitda          2.874              2.848
 Ebit            1.429              1.431
 Utile netto *     575                499
 
 * dopo le minorities