PUNTO 2-Fiat registra newco Pomigliano, timori per disdetta CCNL

martedì 27 luglio 2010 19:22
 

Accorpa pezzi precedenti

di Gianni Montani e Giselda Vagnoni

TORINO/ROMA, 27 luglio (reuters) - Fiat FIA.MI ha registrato oggi la nuova società dove potrebbe far confluire le attività e i dipendenti dello stabilimento di Pomigliano d'Arco e i sindacati temono che la prossima mossa possa essere la disdetta del contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici.

Una fonte finanziaria ha riferito a Reuters che la nuova società è denominata Fabbrica Italiana Pomigliano, presidente l'amministratore delegato del gruppo Sergio Marchionne.

Sullo stabilimento campano Fiat ha raggiunto un accordo con i sindacati, non sottoscritto dalla Fiom, in base al quale i lavoratori accettano un allentamento dei loro diritti in cambio di un rafforzamento della produzione di auto che richiederà un investimento da 700 milioni di euro.

I metalmeccanici della Cgil ritengono che le nuove regole violino il contratto nazionale, alcune leggi e anche la Costituzione.

L'intesa è stata approvata dalla maggioranza dei lavoratori di Pomigliano in un referendum il mese scorso ma con una percentuale di sì, il 62%, ritenuta da molti insufficiente per garantire un ordinato svolgimento del lavoro.

La costituzione della nuova società dovrebbe consentire a Fiat di assumere a Pomigliano solo coloro che sottoscrivono le nuove condizioni di lavoro.   Continua...