SINTESI - Fiat, trim 2 oltre attese, verso revisione guidance

mercoledì 21 luglio 2010 18:21
 

(accorpa pezzi, aggiunge dettagli da conference, slides)

MILANO, 21 luglio (Reuters) - Fiat FIA.MI ha archiviato il secondo trimestre con risultati decisamente migliori delle stime di consensus, ponendo le basi per una revisione degli obiettivi 2010 dopo i conti del terzo quarter.

La casa di Torino, inoltre, ha approvato lo scorporo dell'auto. A questo proposito, secondo quanto si legge nelle slides pubblicate sul sito prima della presentazione dei risultati, il gruppo ha un obiettivo di allocazione del debito paritaria fra le due realtà che nasceranno dopo lo spin-off delle attività industriali.

RISULTATI OLTRE ATTESE, VERSO AUMENTO GUIDANCE 2010

Fra aprile e giugno, i ricavi netti sono saliti del 12,5%, a 14,836 miliardi. L'utile della gestione ordinaria è balzato a 651 milioni. Il debito netto industriale è sceso a 3,706 miliardi da 4,707 miliardi a fine marzo. Fiat Auto, incluse Ferrari e Maserati, ha realizzato ricavi pari a 7,927 miliardi e un utile della gestione ordinaria di 270 milioni. Le previsioni di consensus elaborate da Fiat, con le stime di 23 analisti, indicavano un trading profit del gruppo di 380 milioni, dell'auto di 95 milioni, un utile netto di 90 milioni e un debito industriale netto pari a 5 miliardi.

Nel corso della conference, Marchionne ha ribadito che le guidance sul 2010 "probabilmente verranno riviste al rialzo sulla base della performance del terzo trimestre".

Rispondendo ad una domanda, Marchionne ha spiegato che, dopo lo spin-off, la liquidità sarà divisa fra business dell'auto (circa 10 miliardi) e nuova Fiat Industrial (circa 3 miliardi). La spartizione è conseguenza della struttura del debito di Fiat, con emissioni di bond che "devono essere ripagate nel tempo, con alcune scadenze nel 2012", e al fatto che Industrial "ha bisogno di molto meno capitale, 3 miliardi sono un livello adeguato".

Successivamente, l'AD ha detto di non essere preoccupato dal fatto che il business dell'auto possa produrre cassa insufficiente a finanziare l'attività.   Continua...