PUNTO 1 - Johnson & Johnson's taglia ancora previsioni 2010

martedì 20 luglio 2010 15:03
 

NEW YORK, 20 luglio (Reuters) - Johnson & Johnson's (JNJ.N: Quotazione) ha registrato nel secondo trimestre fatturato inferiore alle previsioni e ha tagliato per la seconda volta quest'anno le previsioni sull'utile 2010, citando i richiami di Tylenol e altri medicinali.

Le vendite globali di prodotti di consumo hanno perso il 5,4% a 3,6 miliardi.

A pesare sul fatturato, oltre ai richiami, la chiusura a fine aprile di un impianto a Fort Washington, Pennsylvania, dove 40 prodotti per bambini non rispettavano i requisiti di qualità richiesti dalla Fda e sono stati ritirati dal mercato.

I risultati hanno risentito del rallentamento nella crescita delle vendite delle apparecchiature mediche, che hanno segnato un aumento del 4,1% dal +12,5% del trimestre precedente.

L'utile di Johnson & Johnson si attesta nel trimestre a 3,45 miliardi di dollari, 1,23 dollari per azione, da 3,21 miliardi, 1,15 dollari per azione l'anno prima.

Escluse le straordinarie, J&J ha guadagnato 1,21 dollari per azione, in linea con le attese.

Il fatturato è salito dello 0,6% a 15,33 miliardi, sotto le previsioni Thomson Reuters a 15,64 miliardi.

La società ha tagliato le previsioni per il 2010 a 4,65-4,75 dollari per azione da 4,80-4,90 dollari di aprile.