Ibm, ricavi trim2 a 23,7 mld dlr sotto attese, -3% in dopo borsa

martedì 20 luglio 2010 09:26
 

NEW YORK, 20 luglio (Reuters) - Il colosso dell'elettronica Ibm (IBM.N: Quotazione) ha avuto dei risultati nel secondo trimestre inferiori alle attese, con il titolo che nel dopo borsa è arrivato a perdere il 3%.

I dati, pubblicati ieri sera tardi a piazza americana chiusa, hanno visto i ricavi sì saliti del 2% su anno a 23,7 miliardi di dollari a fronte però di attese di 24,2 miliardi, con la società che riferisce che a causa delle fluttuazioni valutarie si è verificata una riduzione di questa voce per 500 milioni di dollari.

L'utile netto ha battuto le attese in aumento a 3,4 miliardi di euro, o 2,61 dollari per azione a fronte di attese di 2,58 dollari, dai 3,1 miliardi, 0 2,32 dollari per azione, del periodo di riferimento dell'anno precedente.

La società ha rivisto l'oultook sugli utili dell'intero anno ad "almeno 11,25 dollari" da 11,20 dollari.

L'attenzione degli investitori si è concentrata sul valore dei contratti sottoscritti, sceso del 12% a 12,3 miliardi, e sul totale dei servizi in outsourcing, calato del 19% a 6,5 miliardi.

"I ricavi non sono stati così solidi come atteso [...]. Stiamo uscendo dalla recessione e i dati dei servizi sono uno degli indicatori che le persone vorrebbero vedere crescere almeno anno su anno", ha detto Mark Damos, portfolio manager per Fifth Third Asset Management.