CONTI TRIM2 - Fiat, sale trading profit, verso conferma guidance

lunedì 19 luglio 2010 17:36
 

 MILANO, 19 luglio (Reuters) - Fiat FIA.MI archivierà un
secondo trimestre in leggero miglioramento rispetto ad un anno
prima, ed entra in una seconda parte dell'anno che, pur
preannunciandosi difficile a causa dell'impatto della
cancellazione degli incentivi, dovrebbe portare a una conferma
della guidance dei risultati 2010, se non addirittura ad un
miglioramento.
 E' questa la previsione che fanno gli analisti in attesa del
cda Fiat di questa settimana, come si rispecchia nelle stime di
consensus raccolte da Reuters.
 Le stime sui ricavi del gruppo, secondo gli analisti sentiti
da Reuters, oscillano fra 13,873 e 13,163 miliardi, quelle sul
trading profit fra 394 e 354 milioni (vedi tabella sotto).
 
 ATTESA PER AVVIO SPIN-OFF AUTO
 Gli analisti si aspettano che il Lingotto confermi la
guidance sui risultati 2010, con un trading profit di 1,1-1,2
miliardi, breakeven a livello di utile e indebitamento netto
attorno a 5 miliardi. Ma non manca chi pronostica un
miglioramento delle stime.
 "Il gruppo è in linea per rispettare la guidance dell'anno",
spiega un analista. "I driver dei margini sono Cnh CNH.N e
Iveco, ma quest'ultima non è ripartita dal punto di vista
industriale".
 In effetti, secondo le stime raccolte dal gruppo guidato da
Sergio Marchionne, che ha sondato 23 broker, il trading profit
del secondo trimestre è stato pari a 380 milioni (dato di
mediana), di cui 95 milioni imputabili a Fiat Group Automobiles,
175 milioni a Cnh e 35 milioni a Iveco.
 "Il trend del mercato brasiliano rimane solido", commenta
un'analista. "Mi aspetto che il rallentamento dei business
dell'auto e della componentistica possa essere compensato da un
miglioramento significativo di Cnh".
 In un report, Mediobanca scrive di attendersi che "il Cda
(di luglio) avvierà ufficialmente lo scorporo (dell'Auto)...
probabilmente fornendo i dettagli del progetto. L'impatto
positivo dello spin-off non sembra essere rispecchiato dal
prezzo del titolo".
 Mediobanca ritiene, a proposito del secondo trimestre, che
"una ripresa delle vendite dei veicoli industriali e dei mezzi
agricoli abbia sostenuto l'utile operativo e il cash flow. Il
debito netto dovrebbe essere sostanzialmente in linea con il
primo trimestre. Se le nostre previsioni sono corrette, c'è
margine per un miglioramento della guidance (potrebbe accadere
nel terzo trimestre)".
 Sul fronte del debito, il consensus raccolto da Fiat vede il
dato attestarsi a 5 miliardi (mediana). Il consensus indica
anche un risultato netto ante imposte di 160 milioni e un utile
netto di 90 milioni.
 Nel secondo trimestre 2009, Fiat registrò ricavi per 13,2
miliardi, un trading profit di 310 milioni, una perdita ante
imposte di 16 milioni, una perdita netta di 179 milioni e un
indebitamento netto di 5,7 miliardi.
 
 SEM2 DIFFICILE, MA NON ESCLUSO MIGLIORAMENTO GUIDANCE
 Lo scenario del secondo semestre si preannuncia difficile, a
causa dell'eliminazione degli incentivi, che, dice un analista,
"porterà a una flessione dei volumi". Anche se il Lingotto farà
leva sulle altre divisioni, la frenata dell'Auto inciderà sui
margini. "Il trading profit del secondo semestre sarà più basso
rispetto allo stesso periodo del 2009 e alla prima parte di
quest'anno", pronostica un analista.
 Alcuni broker, però, ritengono che Fiat possa chiudere
l'anno con risultati migliori della guidance fornita sinora. In
un report dedicato al comparto dell'automotive europeo, JP
Morgan scrive di attendersi un trading profit 2010 di 1,385
miliardi, contro 1,058 miliardi del 2009.
 Meno ottimisti i broker italiani. "I risultati del secondo
semestre saranno trainati dal Sudamerica e da Cnh", commenta
un'analista, "ma l'Auto, soprattutto in Europa, sarà in grande
difficoltà a causa del confronto con il 2009".
 
 Di seguito, le stime di consensus raccolte da Reuters fra
sei analisti (dati in milioni di euro): 
----------------------------------------------------------------
 PREVISIONI SECONDO TRIMESTRE
----------------------------------------------------------------
           GRUPPO                        AUTO 
      Ricavi  Trading pr.  Debito   Ricavi   Trading pr.
Mediana  13.250       358      4.883    6.300        93 
Media    13.273       367      4.267    6.446        94 
Massimo  13.873       394      6.100    6.800       165 
Minimo   13.163       354      5.000    6.200        33 
N.            6         6          6        5         6