PUNTO 1 - Citigroup, netto in calo 37%, pesa investment banking

venerdì 16 luglio 2010 15:20
 

(Aggiunge dettagli)

NEW YORK, 15 luglio (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di 2,7 miliardi di dollari, in calo del 37% rispetto a un anno fa a riflesso del calo dei ricavi della divisione investment banking.

L'utile per azione della terza banca Usa si è attestato a 9 centesimi a fronte dei 49 centesimi del 2009. In media tuttavia gli analisti si aspettavano un Eps di 5 centesimi ad aziona prime delle poste straordinarie.

"I risultati assomigliano molto a quelli di JP Morgan nel senso che entrambe le società hanno evidenziato un forte miglioramento nella qualità del credito ma pochi lumi sul come trasformare quest'ultima in un aumento delle entrate", commenta Marshall Front di Barnett Associates.

"Per entrambe le negoziazioni sono in calo, i prestiti sono in calo, i ricavi sono in calo ed è solo la qualità del credito che ha salvato il trimestre".

Le perdite nette su crediti nel trimestre si sono attestate a 8 miliardi di dollari, in calo per il quarto trimestre consecutivo.

Il Tier 1 ratio si è attestato al 12%.