Cina, accantonamenti su sofferenze salgono a 186% in giugno

mercoledì 14 luglio 2010 08:51
 

PECHINO, 14 luglio (Reuters) - Nel mese di giugno gli istituti di credito cinesi hanno incrementato gli accantonamenti per sofferenze di circa 50 miliardi di yuan portandoli al 186% dei crediti dubbi, da 178,2% a fine maggio.

I dati arrivano dall'autorità di vigilanza bancaria cinese, che da tempo sollecita le banche ad accrescere gli accantonamenti e rafforzare il patrimonio dopo che nel 2009 sono stati erogati nuovi prestiti per la cifra record di 9.600 miliardi di yuan.

A fine giugno gli accantonamenti bancari per far fronte a eventuali perdite su crediti ammontavano a 1.300 miliardi di yuan (192 miliardi di dollari).