PUNTO 1 - Fondi Italia, raccolta giugno negativa per 1,2 mld

martedì 6 luglio 2010 13:15
 

(aggiunge dettagli da comunicato, commento gestore)

MILANO, 6 luglio (Reuters) - Il sistema dei fondi di investimento in Italia conferma il periodo nero, archiviando il mese di giugno con una raccolta negativa per 1,176 miliardi di euro.

A maggio, ricorda una nota di Assogestioni, i deflussi erano stati pari a 3,482 miliardi (dato definitivo). Nel primo semestre, però, il sistema ha registrato una raccolta positiva per 2,492 miliardi.

Continua a scendere il patrimonio, che si attesta a 441,322 miliardi da 444,262 miliardi di maggio.

"Tutto sommato", commenta Saverio Scelzo, presidente e amministratore delegato di Copernico Sim, riferendosi in particolare agli azionari e, più in generale, all'andamento della raccolta complessiva nel primo semestre, "i mercati, al di là della volatilità di breve, sono piatti o leggermente positivi, e questo si riflette in un comportamento non schizofrenico da parte degli investitori".

Guardando alle categorie, in effetti, gli azionari hanno registrato una raccolta positiva per 240 milioni (-1,681 miliardi a maggio). "Si nota un'ascesa dell'azionario dei Paesi emergenti (+196 milioni)", sottolinea Scelzo, "mentre l'azionario Italia (-17 milioni) rimane negativo".

Gli obbligazionari si confermano in leggero rialzo (+59 milioni, da +350 milioni il mese precedente), con il corporate invement grade (+370 milioni) a fare la parte del leone, mentre crollano (-1,229 miliardi) gli obbligazionari governativi a breve termine dell'area euro.

Bene i flessibili, con una raccolta positiva per 683 milioni (+210 milioni a maggio), mentre non si arresta l'emorragia dai fondi di liquidità (-2,294 miliardi, da -2,347 miliardi del mese precedente). "Gli investitori escono dai fondi cash e vanno alla ricerca di performance superiori, investendo direttamente in Bot e Cct", dice Scelzo. "Questa categoria di fondi pesa per il 16% sull'intero portafoglio, mentre sarebbe buona regola avere una percentuale più bassa".   Continua...