A2A,280 mln plusvalenza Alpiq in conti sem1, meno debito-Zuccoli

mercoledì 30 giugno 2010 13:01
 

MILANO, 30 giugno (Reuters) - Il bilancio del primo semestre di A2A (A2.MI: Quotazione) sarà "importante" e beneficierà della plusvalenza di circa 280 milioni di euro legata alla cessione - in maggio - del 5,1% della svizzera Alpiq (ALPH.S: Quotazione).

Lo ha detto il presidente del Cdg del gruppo, Giuliano Zuccoli, a margine di un convegno milanese.

"Dal punto di vista industriale il primo trimestre aveva delle cautele che il secondo ha sciolto" ha aggiunto, sottolineando poi la soddisfazione per la strategia di riduzione del debito del gruppo come risulterà nel primo semestre.

"Abbiamo fatto un percorso veloce (nel ridurre debito) e siamo molti contenti. Abbiamo ancora fieno in cascina da usare per ridurre il debito", per Zuccoli. "Secondo noi e' anche un biglietto da visita nel confronto degli istituti e delle agenzie di rating".

A2A ha chiuso il 2009 con una posizione finanziaria netta negativa per 4,66 dollari. Zuccoli ha fatto alcune osservazioni insolitamente morbide anche nella veste di presidente Edison EDN.MI, di cui A2A è in genere socio molto polemico.

"L'obiettivo di A2A e' migliorarne la redditività" ha detto "non esiste un presidente di Edison che rema contro la Edison, non ha senso (dire) che vogliamo fare del male a Edison. Ci abbiamo messo un mucchio di soldi. Con EDF (EDF.PA: Quotazione) (consocio nel gruppo elettrico milanese) è un dialogo tranquillissimo e costruttivo ... anche se abbiamo tempistiche un po' diverse".

Zuccoli si è più volte detto in passato scontento per la lentezza con cui procede il riequiibrio del riassetto dei rapporti tra i soci Edison.