PUNTO 1 - UniCredit, debolezza euro non pesa su conti - Profumo

lunedì 14 giugno 2010 16:53
 

(aggiunge dichiarazioni)

MILANO, 14 giugno (Reuters) - L'euro debole non sta pesando sui conti di UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) che anzi si aspetta un effetto positivo sulle aziende esportatrici che sono clienti della banca.

Lo ha detto Alessandro Profumo AD di UniCredit a margine di una riunione della Commissione Trilaterale oggi a Milano.

"No", ha risposto il banchiere a chi gli chiedeva se l'euro debole abbia un peso sui conti della banca.

"Dal punto di vista nostro, l'impatto che attendiamo positivo per i nostri clienti esportatori è un elemento estremamente favorevole, dopo di che non abbiamo impatti diretti dalla svalutazione del cambio", ha aggiunto.

Profumo ha poi detto che la debolezza del cambio avrà un impatto sulle aziende nel medio termine e ha sottolineato come i dati recenti delle esportazioni sia in Germania sia in Italia siano stati molto positivi.

Parlando della risposta di politica economica nella zona euro rispetto alle tensioni sull'elevato debito pubblico, l'AD di Piazza Cordusio ha usato parole tranquillizzanti: "penso che gli stati europei stiano facendo le cose giuste".

"Certamente c'è stata una fase di tensione legata alla perplessità sulla sostenibilità del debito dei paesi europei e mi sembra che tutti i paesi europei abbiano reagito nel modo giusto e si stiano muovendo nella giusta direzione", ha detto Profumo riferendosi in particolare all'accordo raggiunto settimana scorsa dai ministri delle Finanze dell'Uem sulla rete di salvataggio per eventuali nuove crisi debitorie all'interno della zona euro.   Continua...