Banche useranno utili non distribuiti per Basilea III - Wellink

venerdì 11 giugno 2010 11:32
 

VIENNA, 11 giugno (Reuters) - Il Comitato di Basilea, che sta preparando regole più stringenti sui requisiti di capitale e liquidità per il settore bancario, si assicurerà che i nuovi standard possano essere rispettati usando utili non distribuiti e aumenti di capitale 'ragionevoli'.

Lo ha dichiarato Nout Wellink, presidente del Comitato nel corso del convegno organizzato dall'International Institute of Finance (Iff).

Gli istituti di credito sono entrati nel periodo di crisi finanziaria con un grado di leva finanziaria troppo elevato, con riserve di liquidità inadeguate, ha detto Wellink, aggiugendo che le banche avevano strutture di risk management deboli e pratiche di remunerazione non adeguate.

Secondo il presidente del comitato di Basilea, gli istituti hanno fatto progressi nel rafforzamento della loro base di capitale, ma occorrono ulteriori sforzi e i nuovi criteri di patrimonializzazione su cui si lavora dovranno catturare tutte le forme di rischio.

Wellink, come già sottolineato anche dal presidente del Financial stability forum Mario Draghi, ha detto che la revisione dei criteri di Basilea va ultimata prima di considerare un nuovo prelievo sul settore.

Attualmente i regolatori stanno conducendo uno studio di impatto sulle modifiche dei requisiti patrimoniali di Basilea III. Su questo argomento Wellink ha detto che la valutazione del comitato sull'impatto su crescita e occupazione dipende dai diversi comparti del settore finanziario.