Iveco punta sempre più su Cina, anche per export altre aree - AD

mercoledì 9 giugno 2010 14:47
 

TORINO, 9 giugno (Reuters) - Il "pianeta Cina" sta diventando sempre piu importante per Iveco, capofila dei veicoli industriali per il gruppo Fiat FIA.MI, anche come possibile piattaforma per l'export verso altre aree e paesi in via di sviluppo.

Lo ha detto oggi l'AD Iveco, Paolo Monferino, intervenendo alla assemblea degli industriali metalmeccanici di Torino: "Complice la crisi sui mercati europei, nel 2009 abbiamo venduto in Cina piu camion che in tutto il resto del mondo".

Le joint venture con il partner cinese Saic stanno ottenendo buoni risultati, ha aggiunto, e dispongono di una gamma ampia di veicoli industriali che puo' essere interessante anche per altri paesi in cui la variabile prezzo - insieme all'affidabilità - e' il terreno privilegiato su cui si misura la competitività.

I mezzi prodotti dalle joint cinesi di Iveco "hanno ottimi livelli di affidabilità ma sono meno sofisticati dei camion che ci vengono richiesti dai mercati europei ed hanno quindi un prezzo inferiore. Un aspetto molto importante per il mercato cinese ma anche per molte altre aree del mondo", proseguito citando Africa e altre aree meno ricche del pianeta.

"La Cina potrebbe diventare una piattaforma per l'export di questo tipo di veicoli, aumentando la capacita' di penetrazione su nuovi percati e contribuendo a fare di Iveco un gruppo sempre piu globale", ha concluso Monferino.