14 maggio 2010 / 17:13 / 7 anni fa

PUNTO 2 -Banco Popolare, utile trim1 a 77,1 mln, proventi -14,2%

(Aggiunge dettagli da conference call in coda)

MILANO, 14 maggio (Reuters) - Banco Popolare BAPO.MI ha chiuso il primo trimestre 2010 con un utile netto consolidato di 77,1 milioni di euro rispetto ad un utile di 219 milioni dei primi tre mesi del 2009.

Lo dice una nota dell‘istituto spiegando che il risultato non è immediatamente confrontabile con il dato del trimestre dello scorso anno a causa, tra le altre cose, della modifica dell‘area di consolidamento dopo l‘acquisizione del controllo di Italease dal 1° luglio 2009 e la presenza di poste straordinarie.

Escludendo Italease e le componenti non ricorrenti, l‘utile è di 88 milioni rispetto ai 138 milioni del corrispondente periodo dell‘esercizio precedente con un calo del 36,4%.

L‘utile netto di Banco Popolare ‘stand alone’ è pari a 100,4 milioni, mentre in contributo netto di Italease è negativo per 23,3 milioni.

Sempre senza considerare Italease i proventi operativi si sono attestati a 928 milioni, in calo del 14,2% sul primo trimestre del 2009 e in crescita dell‘8,7% rispetto al quarto trimestre 2009.

Il margine di interesse registra una flessione del 6,2% a 488 milioni, (+6,8 % rispetto al trim4 2009). Le commissioni sono salite del 20,3% a 319 milioni (-4%).

I principali aggregati patrimoniali vedono una raccolta diretta in crescita del 9,9% a quota 104,3 miliardi, quella indiretta dell‘8% a 79,3 miliardi, mentre gli impieghi ammontano a 100,2 miliardi in progresso del 6,1%. Le esposizioni lorde deteriorate ammontano a fine marzo a 13,6 miliardi e mostrano una crescita del 2,3% rispetto ad inizio anno.

Relativamente ai ratios patrimoniali la banca conferma le stime dei coefficienti pro-forma attesi di un Core Tier 1 al 7,3%, Tier 1 all‘8,9% e Total Capital ratio al 12%.

Le stime sono formulate sulla base degli impatti attesi dallo “squeez-out” di Italease, dal perfezionamento della cessione di Factorit e dalla eventuale futura conversione del prestito obbligazionario convertibile “soft mandatory”.

PROSEGUE RAFFORZAMENTO PATRIMONIO, NO PROBLEMI LIQUIDITA’

Nel corso della conference call con gli analisti, l‘Ad Pier Francesco Saviotti ha ribadito che il gruppo prosegue le iniziative in atto per rafforzare il patrimonio attraverso alcune dismissioni e si augura che qualcuna di questa si potrà concretizzare “in tempi brevi”.

Il gruppo, ha tuttavia sottolineato l‘Ad, non ha problemi di liquidità. “La liquidità è assolutamente adeguata, abbiamo avuto dialoghi con chi di dovere per questa posizione che è tranquilla”, ha detto il banchiere che ha ribadito la fiducia di gestire nel miglior dei modi la situazione Italease.

Il gruppo Banco Popolare ha inoltre comunicato l‘esposizione complessiva riguardante il debito sovrano verso i Paesi ritenuti “a rischio”, pari a 246,3 milioni, di cui 158,5 verso la Spagna e 87,8 verso la Grecia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below