Buongiorno, in trim1 ebitda +3% e fatturato in calo

venerdì 14 maggio 2010 14:03
 

MILANO, 14 maggio (Reuters) - Buongiorno BVIT.MI chiude il primo trimestre 2010 con utile netto più che doppio (+109%) a 3,2 milioni di euro, mentre l'Ebitda a 8,6 milioni sale del 3% rispetto al trimestre 2009 e i ricavi consolidati calano dell'11,5% a 59,3 milioni.

Lo si legge in una nota della società di mobile entertainment, che aggiunge anche un indebitamento finanziario netto di 48,9 milioni, lievemente sopra i 47,3 milioni al 31 dicembre scorso.

Sulla base dell'andamento del primo trimestre il management conferma l'obiettivo "pur con una crescita 'single digit' cui contribuiranno la linea B2C e il nuovo business, mentre, a seguito del non positivo inizio d'anno per i ricavi nel B2B, difficilmente tale linea di business potrà contribuire alla crescita complessiva che risulterà perciò leggermente più contenuta delle previsioni iniziali. La buona pipeline commerciale del B2B conferma peraltro le prospettive di crescita di medio termine" commenta Andrea Casalini, CEO di Buongiorno. L'Industrial Added Value (IAV) nei primi tre mesi del 2010 è stato di 27,4 milioni di Euro (26,5 milioni nei primi tre mesi del 2009), in aumento di circa il 3% rispetto al valore dello stesso periodo dello scorso esercizio. Le spese di marketing sono sostanzialmente in linea con quelle del Q1 2009, passando da 14,9 milioni di Euro a 15,2 milioni di Euro nel Q1 2010. Il Risultato Operativo del Q1 2010 risulta positivo per 5,6 milioni di Euro (vs 5,2 milioni di Euro nei 3 mesi del 2009), con un aumento del 7,8% rispetto al valore registrato nel corrispondente periodo dello scorso esercizio. L'Utile Ante Imposte del trimestre in esame ammonta a circa 4,9 milioni di Euro. Tale importo risulta più che raddoppiato rispetto ai 2,4 milioni di Euro del corrispondente periodo del 2009. L'Utile Netto del periodo in esame ammonta a 3,2 milioni di Euro (vs 1,5 milioni di Euro in Q1 2009) in aumento del 109%. Il costo del personale passa da 12,3 milioni di Euro nel Q1 2009 a 12,6 milioni di Euro nel Q1 2010. Il numero medio dei dipendenti è passato da 1.016 nel primo trimestre 2009 a 979 del Q1 2010. Al 31 marzo 2010 il Gruppo Buongiorno chiude con un Indebitamento Finanziario Netto consolidato di 48,9 milioni di Euro (vs 67,3 milioni di Euro al 31 marzo 2009), mentre al 31 dicembre 2009 l'Indebitamento Finanziario Netto di Gruppo risultava di 47,4 milioni di Euro. Ripartizione dei ricavi per area geografica e per linea di business