Wind, salgono ricavi,ebitda trim1,netto cala per interessi,tasse

martedì 11 maggio 2010 18:03
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Il primo trimestre di Wind Telecomunicazioni si chiude con un marginale aumento dei ricavi totali, più 1,2% rispetto al primo trimestre 2009, a 1,385 miliardi di euro, e un più 2% dell'ebitda a 498 milioni.

L'utile netto di gruppo scende invece a 3 milioni da 59 milioni, risentendo di maggiori interessi passivi (legati all'emissione di un bond nel 2009) e di maggiori imposte. L'utile operativo sale del 20,5% a 254 milioni.

Lo dice una nota della società di tlc fisse e mobili che fa capo alla famiglia Sawiris, dopo il cda che oggi ha esaminato i conti.

Nel periodo sono cresciuti i clienti di tutti i servizi forniti dal gruppo. Nella telefonia mobile superano 18,8 milioni, in crescita del 9,3%; nel fisso-voce aumentano del 7% a 2,9 milioni (2,1 milioni i clienti diretti), mentre nella banda larga la crescita è del 18,1% a 1,71 milioni.

In termini di business la crescita dei ricavi da servizi è del 2,3% e quella dei ricavi da servizi mobili è 4,9%, mentre i ricavi da telefonia fissa scendono del 2,9%.

Per quanto riguarda l'Arpu, quello dei servizi di rete fissa cala nel trimestre del 6%. L'Arpu da servizi Internet a banda larga raggiunge i 18,5 euro, in leggero declino rispetto al primo trimestre del 2009, ma in ripresa rispetto agli ultimi tre trimestri dello scorso anno. L'ARPO del mobile scende a 16,1 euro da 16,8, penalizzato anche dal taglio delle tariffe di terminazione.

La generazione di cassa prima degli oneri finanziari è 353 milioni, mentre l'indebitamento finanziario netto al 31 marzo cala a 8,411 miliardi da 8,541 al 31 dicembre 2009.

In gennaio di quest'anno Wind ha rimborsato in anticipo 336 milioni di debito con scadenza giugno 2011.