Unipol, 1 mld capitale eccesso ma più competitivo con aumento-AD

giovedì 29 aprile 2010 15:27
 

BOLOGNA, 29 aprile (Reuters) - Unipol (UNPI.MI: Quotazione) ha 1 miliardo circa di capitale in eccesso ma in questo momento avere più capitale è un vantaggio competitivo quindi l'aumento di capitale deliberato oggi, anche se non era indispensabile, andava fatto.

Lo ha detto l'AD uscente del gruppo Carlo Salvatori nel corso dell'assemblea di bilancio.

"Abbiamo 1 miliardo di capitale in eccesso quindi questo aumento di capitale non era indispensabile ma serve per sostenere il piano industriale 2010-2012, il pagamento di Arca e ad aumentare la competitività del gruppo perché il capitale è una risorsa scarsa", ha spiegato.

"Dopo il pagamento di Arca e con l'aumento di capitale avremo ancora 1 miliardo di capitale in eccesso", ha aggiunto poi a margine dell'assemblea che ha approvato oggi la ricapitalizzazione per un massimo di 500 milioni.

Alle domande dei giornalisti sui rischi di andare sul mercato in un periodo di congiuntura negativa l'AD ha risposto: "Manca ancora qualche mese, non sono preoccupato, credo che potremo farlo in condizioni buone".

L'operazione dovrebbe aprirsi prima dell'estate e concludersi entro l'autunno, il consorzio di garanzia dell'operazione sarà guidato da Mediobanca.

L'operazione sarà conclusa però dal nuovo amministratore delegato Carlo Cimbri che, con il consiglio di amministrazione di oggi, subentrerà a Salvatori.

"L'aumento di capitale è previsto entro l'estate, vedremo come si assesteranno le turbolenze - ha spiegato Cimbri - ma non vedo motivo per cambiare i programmi".