PUNTO 1 - Carraro, Cagr fatturato 2012 +18%, margini oltre 10%

martedì 27 aprile 2010 17:39
 

(aggiunge altri dettagli da presentazione piano)

MILANO, 27 aprile (Reuters) - Dopo un 2009 difficile Carraro (CARRA.MI: Quotazione) prevede nel triennio al 2012 di ritornare a livelli pre-crisi, consolidando le proprie posizioni nel segmento core e puntando ad uno sviluppo nei comparti con maggiore potenzialità di crescita come quello dell'energia rinnovabile.

Il nuovo piano strategico triennale a sostegno del fase di turnaround e denominato, con una terminologia presa dal mondo informatico, 'Carraro 2.0', indica per il 2012 un fatturato di 813 milioni di euro, con una Cagr del 18% rispetto ai 487 milioni del 2009, e un margine Ebitda di oltre il 10% contro -0,3% nell'ultimo esercizio.

Il gruppo padovano attivo nei sistemi per la trasmissione di potenza per il settore dell'agricoltura, macchine per le costruzioni e dell'energia rinnovabile, farà leva principalmente sulla ripresa dei volumi e sulla riduzione già avviata dei costi con una situazione finanziaria più serena dopo il recente accordo di ristrutturazione del debito sottoscritto con le banche.

"Le cifre contenute nei tre anni sono molto soppesate. Sarei stato tentato di andare oltre, ma preferisco prudenza e che ci siano elementi di sicurezza. Poi ci potremo spingere anche più in là", ha commentato il presidente Mario Carraro presentando il piano alla comunità finanziaria.

Il piano prevede inoltre un indebitamento a fine periodo inferiore a 230 milioni di euro da 265 milioni della fine dello scorso esercizio.

"Il 2009 è stato un anno molto difficile, il gruppo ha dovuto affrontare forti discontinuità esterne ed interne. Abbiamo comunque reagito bene e i primi risultati del 2010 ci dicono che le nostre assunzioni (del piano) sono giuste e che stiamo andando nelle giusta direzione", ha detto l'AD, Alexander Bossard.

  Continua...