PUNTO 1- Atlantia, 100-200 mln per crescita estera - Ad

mercoledì 14 aprile 2010 15:29
 

(aggiunge dettagli)

ROMA, 14 aprile (Reuters) - Atlantia (ATL.MI: Quotazione) valuta possibilità di acquisizioni in Cile e Brasile e a medio termine in India per consolidare la propria presenza su quei mercati, con un ammontare di investimenti limitato a 100-200 milioni di euro.

Lo ha detto l'Ad di Atlantia Giovanni Castellucci nel corso dell'assemblea di bilancio.

"La nostra prima priorità è ammodernare la rete in concessione in Italia costruendo e ampliando 900 km di autostrade. Restano risorse limitate, 100 o 200 milioni di euro per lo sviluppo internazionale per i prossimi anni e questo ci induce a concentrare le nostre iniziative", ha detto Castellucci.

"In Cile, Brasile e in India con un orizzonte di medio termine faremo acquisizioni di altre partecipazioni per creare massa critica", ha spiegato l'Ad citando le aree estere dove la società è maggiormente presente.

La società sta anche studiando delle cessioni di partecipazioni minori in Portogallo derivanti dalla recente acquisizione di Itinere.

"Non ci interessa mantenere quote di minoranza nella penisola ibaerica che non avrà, come in Italia, tassi di crescita particolarmente elevati nei prossimi anni", ha spiegato Castellucci parlando del Portogallo.

"Intendiamo procedere alla dismissione di asset non strategici acquisiti con il pacchetto di Itinere", ha detto.

Il valore di queste cessioni, ha spiegato l'Ad nel corso dell'assemblea e poi a margine, è di 15-16 milioni per due piccole partecipazioni e di un valore attorno a 60 milioni per la quota del 15% nella Lusoponte.