PUNTO 1 - Fiat, in piano 5.000 posti lavoro in meno - stampa

mercoledì 24 marzo 2010 09:36
 

(Aggiunge no comment azienda, dettagli, andamento titolo)

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Il piano industriale di Fiat FIA.MI al 2014 che l'AD Sergio Marchionne presenterà il 12 aprile prevede 5.000 posti di lavoro in meno e una riduzione dei modelli di auto prodotti.

E' quanto scrive la Repubblica in edicola oggi, mentre l'Unità guarda soprattutto al futuro di Pomigliano. Un portavoce del Lingotto, interpellato, ha ricordato la scelta aziendale di non commentare indiscrezioni stampa.

La Repubblica - che ha raccolto indiscrezioni nei cinque stabilimenti Fiat italiani - cita una riduzione dei modelli di auto da 12 a 8, tagli di 5.000 posti di lavoro (tra cui 1.500 a Termini Imerese e 2.000-2.500 a Mirafiori) e un incremento del 50% della produzione italiana, da 600.000 a 900.000 auto, grazie soprattutto all'arrivo di Panda a Pomigliano.

Per il giornale invece saranno sette i modelli con marchio Fiat, Alfa e Lancia realizzati negli Usa, prodotti in oltre 350.000 unità complessive all'anno.

L'Unità guarda invece al futuro di Pomigliano, rivelando che nonostante l'arrivo di Panda lo stabilimento potrebbe perdere quasi mille dei 5.160 dipendenti attuali.

Inoltre, la Repubblica scrive che sono iniziate le manovre per lo spin off, che potrebbe avvenire la prossima estate, e alla guida dell'auto dovrebbe essere posto l'attuale AD del gruppo Sergio Marchionne.

Le indiscrezioni sono state accolte con favore dal mercato, che compra Fiat intensamente e spinge il titolo intorno alle 9,30 a +3,24% con scambi oltre 11 milioni di pezzi alle 9,31. L'indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,4%.