Ubi pronta a sfruttare opportunità e miglioramenti scenario-AD

lunedì 22 marzo 2010 16:58
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Ubi banca (UBI.MI: Quotazione) entra nel nuovo triennio con solide fondamenta, pronta a sfruttare le nuove opportunità e i miglioramenti che si presenteranno nello scenario economico.

Lo ha detto l'AD, Victor Massiah, nel corso della conference call con gli analisti sui risultati 2009 annunciati lo scorso sabato.

"Entrando nel nostro secondo triennio, il gruppo è pronto a trarre vantaggio da nuove opportunità e miglioramenti nello scenario economico", ha detto l'AD, sottolineando i risultati raggiunti dalla banca a conclusione dell'integrazione avviata nell'aprile del 2007 tra Bpu e Banca Lombarda e Piemontese.

In particolare la banca ribadisce di essere preparata a cogliere l'atteso allentamento del costo del credito e, sul fronte dei ricavi, l'eventuale innalzamento dei tassi di mercato con un margine di interesse visto "piatto o in lieve crescita", nel primo semestre.

In tema di possibili piccole acquisizioni, Massiah si è limitato a dire di non avere "nessun target particolare in mente, in questo momento".

Ubi Banca ha chiuso il 2009 con un utile netto di 270,1 milioni di euro, in forte miglioramento dai 69 milioni del 2008 e proporrà un dividendo di 0,30 euro.

Al netto delle voci non ricorrenti, l'utile netto è sceso del 59% circa a causa dell'andamento dei tassi d'interesse, al minimo storico, e dell'aumento del costo del credito.

Nel corso dell'esercizio, Ubi ha contabilizzato rettifiche di valore nette per deterioramento crediti per 865,2 milioni, contro i precedenti 566,2 milioni, inclusi 56,5 milioni di svalutazioni di Mariella Burani Fashion Group MBFG.MI. Nel corso della presentazione Massiah ha spiegato di aver svalutato il 100% dei crediti verso Mariella Burani Holding ma che rimangono ancora delle esposizioni in qualche società operativa del gruppo.