Italcementi punta a crescita in Cina anche con acquisizioni -DG

lunedì 22 marzo 2010 14:18
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Italcementi ITAI.MI vuole crescere in Cina o attraverso un'espansione della produzione già esistente o mediante eventuali possibili acquisizioni di società locali.

Lo ha detto il direttore generale del gruppo cementiero, Giovannni Ferrario, a margine della presentazione alla stampa di 'i.light', il nuovo 'cemento trasparente', utilizzato per la realizzazione del padiglione italiano a Shanghai per l'Expo che partirà il 1 maggio prossimo.

"Stiamo immaginando un'espansione in Cina. Stiamo considerando un paio di alternative, o un ampliamento della nostra rete attuale o eventuali possibili acquisizioni in loco. Certamente la nostra presenza in Cina è in fase di crescita", ha detto Ferrario.

Italcementi è presente in Cina dal 2007 quando ha acqusito la società Fuli Cement.

Il manager ha spiegato che la strategia di crescita internazionale del gruppo, i cui dettagli verranno resi noti con il prossimo piano strategico 2010-2014 che dovrebbe essere presentato a settembre, prevede, in generale, un consolidamento nei mercati maturi e uno sviluppo della capacità produttiva nei mercati emergenti.

Sulle prospettive del mercato nel 2010 Ferrario ha ribadito l'outlook già comunicato nel corso della recente prsentazione agli analisti dei risultati 2009, ovvero di non vedere una ripresa "almeno nel primo semestre".

In particolare, per quanto riguarda i mercati maturi, nei primi sei mesi del'anno il mercato "riuscirà a pareggiare" il calo visto nei primi due mesi anche a causa delle avverse condizione metereologiche, con un secondo semestre in ripresa.

I mercati emergenti, invece, "continuano a proporre una ripresa interessante anche se non forte", con un netto recupero a fine anno.