Terna, netto 2009 a 771 mln, dividendo 19 cent per azione

venerdì 19 marzo 2010 12:23
 

ROMA, 19 marzo (Reuters) - Terna (TRN.MI: Quotazione) ha chiuso il 2009 con un utile netto di gruppo di 771 milioni di euro che beneficia di oltre 400 milioni di plusvalenza derivante dalla vendita della controllata brasiliana. Al netto di questa cessione l'utile sarebbe cresciuto del 17,8% sul 2008 a 354 milioni. Lo si legge in una nota della società dopo l'approvazione da parte del consiglio di amministrazione.

Il cda della società ha proposto di distribuire un dividendo di 19 centesimi per azione, con un incremento del 20% sul 2008.

I ricavi 2009 sono cresciuti del 13,8% a 1,360 miliardi con un Ebitda di 1,003 miliardi in crescita del 18%.

Gli investimenti sono cresciuti del 17,7% a 900,4 milioni.

Il patrimonio netto a fine 2009 è di 2,501 miliardi mentre l'indebitamento finanziario netto è di 3,758 miliardi con un rapporto debt/equity a fine 2009 pari a 1,50 in aumento dal 1,42 di dicembre 2008.

L'assemblea è convocata per il 29 e 30 aprile (in prima e seconda convocazione). Il dividendo proposto è di 19 cent per azione di cui 7 cent già pagati come acconto.

Il cda proporrà il 21 giugno 2010 come data stacco della cedola e il 24 giugno 2010 per il relativo pagamento.