Munich Re vede utile 2010 oltre 2 mld nonostante terremoto

mercoledì 10 marzo 2010 09:05
 

MONACO, 10 marzo (Reuters) - Munich Re (MUVGn.DE: Quotazione) si aspetta un utile netto di oltre 2 miliardi di euro quest'anno nonostante i risarcimenti per il terremoto in Cile e la tempesta Xynthia in Europa.

"Per il 2011, Munich Re anticipa un incremento dei risultati", aggiunge la compagnia in una nota in cui conferma di aver raggiunto un utile netto di oltre 2,5 miliardi di euro nel 2009, anno in cui non ha registrato grosse perdite per disastri naturali e i mercati finanziari hanno visto un rimbalzo.

La maggiore compagnia di riassicurazione al mondo stima intorno a 500 milioni di euro l'entità delle perdite legate al terremoto in Cile del mese scorso e alla tempesta europea Xynthia, con quest'ultima responsabile di 100 milioni dei risarcimenti.

Munich Re dice inoltre che degli investimenti in reddito fisso sovrano, il 16% - 11,5 miliardi - è relativo a paesi Piigs, di cui la maggior parte in Italia.

L'investitore Usa Warren Buffett ha rastrellato una quota di oltre il 5% nella società, che secondo gli analisti è probabilmente più finanziaria che strategica e potrebbe riflettere la convinzione che Munich Re è uscita dalla crisi finanziaria relativamente incolume.

"Munich Re considererà con attenzione ulteriori buyback, soppesandone i benefici rispetto ai vantaggi di una capitalizzazione confortevole - anche con un occhio a opportunità di crescita organica ed eventualmente esterna", dichiara.

A maggio 2007 Munich Re ha presentato un programma di buyback da 5 miliardi di euro, di cui 4 miliardi dovrebbero essere stati acquistati entro aprile di quest'anno.