Banca Ifis, aumento capitale da 50 mln, piano 2010-2012

venerdì 5 marzo 2010 09:01
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Banca IFIS (IF.MI: Quotazione) vara un aumento di capitale da 50 milioni di euro, in vista della nuova Opa per il controllo di Toscana Finanza e per mantenere il Tier 1 sopra il 10%, e le linee guida del piano industriale 2010-2012.

La delibera del consiglio di amministrazione della società, che si occupa di finanziamenti alle imprese, verrà proposta all'assemblea degli azionisti, dice una nota di Banca Fidis.

Visto "il trend di costante e progressiva crescita del valore dei crediti gestiti, confermato anche dai primi mesi del 2010 (+57% a gennaio e +50% a febbraio)" ha detto Giovanni Bossi, AD di Banca IFIS, nella nota, "il Cda ha ritenuto di procedere verso un aumento di capitale in considerazione dei nuovi obiettivi del piano industriale che pongono i crediti gestiti al 2012 a 6,3 miliardi di euro. L'aumento di capitale è finalizzato a dotare la banca di ulteriori mezzi propri per supportare la notevole crescita degli impieghi con l'obiettivo di mantenere un Tier 1 ratio superiore al 10%".

L'azionista di maggioranza di Banca IFIS, La Scogliera, titolare del 62,18% del capitale sociale, si è reso disponibile a sottoscrivere l'aumento di capitale almeno per la quota che gli consentirà di mantenere il controllo di Banca IFIS.

Il Cda ha inoltre deliberato un aumento di capitale a titolo gratuito per altri 3,4 milioni.

Banca Ifis ha deliberato il lancio di una nuova offerta pubblica di acquisto volontaria per Toscana Finanza a 1,50 euro per azione, il 20% in più rispetto alla precedente offerta. L'operazione avverrà dopo l'aumento di capitale, precisa la nota.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA053ee].