Olidata, perdite oltre un terzo capitale, rivedrà piano al 2012

martedì 2 marzo 2010 19:08
 

MILANO, 2 marzo (Reuters) - I conti Olidata al 31 dicembre 2009 registrano perdite superiori a un terzo del capitale e il cda della società, preso atto della situazione, ha deciso di riconvocarsi il 22 marzo per l'approvazione del progetto di bilancio 2009 e una revisione del Piano 2010-12 e di convocare le assemblee.

Lo si legge in una nota della società, primo produttore italiano di personal computer.

L'assemblea straordinaria, per i provvedimenti ex articolo 2446, sarà in prima convocazione il 26 aprile e in seconda il 27. Sempre il 26 aprile in prima e il 27 in seconda i soci sono chiamati in sede ordinaria per l'approvazione del bilancio.

I conti del gruppo, precisa il comunicato, sono stati preparati dagli uffici amministrativi e non sono ancora stati oggetto di revisione contabile da parte della società Baker Tilly Consulaudit.

L'ammontare "non previsto" delle perdite è, in particolare, attribuito all'esclusione da un fornitura Consip per Pc desktop, il cui fatturato previsto per il 2009 era 5 milioni di euro.

La società, esclusa per un vizio formale, ha impugnato l'esclusione davanti al Tar del Lazio.

Per questo e altri eventi il fatturato 2009 è risultato "inferiore di circa 6,2 milioni" rispetto alle indicazioni del piano strategico 2010-12, si legge nella nota Olidata, "con un risultato prima di oneri finanziari e imposte che dovrebbe peggiorare di 920.000 euro rispetto alle attese".

Per leggere la versione integrale della nota sul piano Olidata fare doppio click su [ID:nBIA12834].