Pininfarina, in 2010 rosso ridotto in modo significativo - AD

martedì 2 marzo 2010 12:33
 

GINEVRA, 2 marzo (Reuters) - Il gruppo Pininfarina (PNNI.MI: Quotazione), dopo un 2009 difficile chiuso con un rosso di 32 milioni di euro, prevede quest'anno di migliorare significativamente la perdita netta, anche se non c'è una indicazione di break even.

Lo ha detto l'AD, Silvio Angori, a margine della presentazione di "2ueottottanta" dedicata ad Andrea Pininfarina scomparso due anni fa. "Vediamo un anno in netto miglioramento rispetto al 2009 allineato con i nostri piani finanziari", ha detto il manager.

"Le condizioni di mercato del 2010 sono simili a quelle del 2009. Noi disegniamo auto di nicchia, quindi non usufriamo degli incentivi, e ci stiamo preparando alla fine delle commesse. Abbiamo ceduto un ramo d'azienda e quindi ci stiamo posizionando per il futuro", ha sottolineato Angori.

Riguardo alla quota di controllo del gruppo, pari al 77% del capitale detenuto da Pincar, la holding della famiglia, "c'è un mandato di vendita affidato a Banca Leonardo, ma non c'è una tempistica per la cessione di questa quota".