PUNTO 1-M.Burani,cda ribadisce a sindacato preferenza concordato

giovedì 18 febbraio 2010 18:52
 

(riscrive, aggiungendo nota Ministero Sviluppo Economico)

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Organizzazioni sindacali e istituzioni locali vorrebbero l'amministrazione straordinaria per Mariella Buranii Fashion Group MBFG.MI, mentre il Cda della società preferirebbe un concordato preventivo.

E' questo l'esito dell'incontro che si è tenuto questa mattina presso il Ministero dello Sviluppo Economico a Roma per discutere il futuro della holding.

"Le organizzazioni sindacali e le istituzioni locali presenti all'incontro hanno auspicato la richiesta, da parte dei vertici dell'azienda, di una rapida istanza di amministrazione straordinaria", si legge nella nota del dicastero di via Veneto.

Il legale del gruppo, secondo quanto riferito a Reuters da una fonte sindacale presente all'incontro, ha invece ribadito la posizione del Cda favorevole a una richiesta di concordato preventivo.

Nel comunicato, il Ministero dello Sviluppo Economico ha annunciato che il "tavolo di confronto avrà carattere permanente e sarà convocato su richiesta di ciascuna delle parti interessate".

Il dicastero di via Veneto ha inoltre ribadito l'impegno "per dare un concreto futuro alla Mariella Burani", in particolare dando tempestiva attuazione "alle procedure concorsuali che l'azienda e l'autorità giudiziaria intenderanno attivare".

La riunione di questa mattina, un tavolo tecnico per fare il punto della situazione, è durata circa un'ora e non vi ha presenziato l'AD Burani, Gabriele Fontanesi, come auspicato dai rappresentanti dei lavoratori, ma solo un legale del gruppo. Secondo la fonte sindacale, interpellata telefonicamente, l'incontro è stato interlocutorio e per il momento non sarebbe stato fissato un altro incontro.

In un'intervista di martedì al Sole 24 Ore, Fontanesi ha spiegato che il cda non ritiene che l'amministrazione straordinaria "possa salvaguardare know how, marchi, licenze e relazioni di gruppo".