Chrysler, quota Usa 8% ragionevole, Alfa in America probabile-AD

venerdì 12 febbraio 2010 18:33
 

TORONTO, 12 febbraio (Reuters) - Una quota di mercato dell'8% per Chrysler è ragionevole, secondo Sergio Marchionne, AD della società americana e della sua controllante italiana Fiat FIA.MI.

Parlando ai giornalisti a margine di un evento di beneficienza, il numero uno del Lingotto si è soffermato su alcuni temi relativi alle operazioni americane del gruppo, giudicando "molto probabile" il ritorno del marchio Alfa Romeo negli Stati Uniti e in Canada e aggiungendo che gli impianti produttivi canadesi potrebbero avere un ruolo nella produzione delle auto con il Biscione.

La Chrysler può permettersi di attendere che la pipeline dei prodotti sia nuovamente completa, ha proseguito Marchionne, mentre l'unico marchio della casa americana che ha senso nel mercato russo è quello di Jeep.

L'AD ha espresso dispiacere per le recenti traversie del gruppo Toyota (7203.T: Quotazione), precisando che i giapponesi restano comunque concorrenti e che ogni casa automobilistica è "spinta a provare ad occupare gli spazi che si rendono disponibili in qualunque modo".