Cairo, utile netto 2009 -7,1%, trim4 +43,8%, cedola 0,2 euro

venerdì 12 febbraio 2010 13:17
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Il gruppo Cairo (CAI.MI: Quotazione) ha chiuso il 2009 con un utile di 12 milioni di euro, in calo del 7,1% rispetto all'esercizio precedente e all'assemblea proporrà degli azionisti in dividendo di 0,2 euro per azione.

Lo dice una nota della società che nell'anno trascorso ha realizzato un Ebitda in lieve crescita (+0,6%) a 22,8 milioni e un Ebit in flessione a 19 milioni da 19,7 gravato dagli accantonamenti per svalutazione crediti.

Nel 2009, i ricavi lordi consolidati sono scesi a circa 252,8 milioni da 256,6 milioni.

In prgresso invece i risultati relativi al solo quarto trimestre che ha visto un incremento dell'utile netto del 43,8% a 3,8 milioni, Ebitda +2,6% a 6,4 milioni e Ebit +10,3% a 6 milioni.

Solide le performance del settore editoriale del gruppo: nell'intero esercizio l'Ebitda e l'Ebit sono cresciuti rispettivamente del 16,2% e 19,8% a 13,8 milioni e 12,5 milioni di euro "in controtendenza rispetto al mercato", dice la nota.

Nel settore delle concessioni i ricavi pubblicitari televisivi sono stati pari a 130,4 milioni complessivamente, +6,4% rispetto al 2008, "risultato eccezionale rispetto all'andamento del mercato pubblicitario televisivo", dice la società che ricorda per il mercato i dati AC Nielsen di un decremento del 10,2 %.

In particolare, la raccolta pubblicitaria sul canale La 7, pari a circa 121 milioni, è salita del 7,5 % superando il target contrattuale che prevedeva - e prevede anche per il 2010 - ricavi minimi di 120 milioni milioni.