Borsa Italiana, valore medio scambi gennaio +46%,gruppo Lse +14%

lunedì 8 febbraio 2010 12:48
 

MILANO, 8 febbraio (Reuters) - A gennaio il controvalore medio giornaliero scambiato a Piazza Affari è salito del 46% rispetto allo scorso anno a 2,5 miliardi di euro, mentre la media del numero dei contratti è cresciuta del 7% a 227.319 beneficiando dell'aumento del trading e dei rialzi dell'indice FTSE Mib .FTMIB nell'ultimo anno.

Sono questi i dati pubblicati nel report mensile del London Stock Exchange (LSE.L: Quotazione) che a livello complessivo ha visto nel mese scorso scambi azionari sui mercati telematici del gruppo per un controvalore medio di 8 miliardi di euro, in progresso del 14%.

Scende il controvalore scambiato su azioni inglesi, -3% a 4,8 miliardi di euro. Accanto all'azionario, crescono gli scambi sui mercati del reddito fisso, Etf e Etc.

Per quantio riguarda i primi, il mercato cash di Mts più che raddoppia la media giornaliera del controvalore scambiato a 11,9 miliardi di euro, mentre il Mot, il mercato fixed income per il retail di Borsa Italiana, ha registrato un calo del 15% a 846 milioni di euro.

Gli scambi in Etf ed Etc hanno raggiunto un controvalore medio di 474 milioni di euro, in aumento del 50%. Gennaio 2010 è stato il secondo mese di sempre sia per contratti che per controvalore scambiato.