Consorzio con Saipem e Maire in gara per impianto gas Polonia

venerdì 5 febbraio 2010 15:02
 

VARSAVIA, 5 febbraio (Reuters) - Tre gruppi, tra cui uno in cui sono presenti Saipem (SPMI.MI: Quotazione) e Maire Tecnimont (MTCM.MI: Quotazione), hanno presentato offerte iniziali per la costruzione del terminale polacco di gas naturale liquefatto (LNG) il cui valore viene stimato intorno a 600-700 milioni di euro.

Polskie LNG, il gruppo che sovrintenderà alla costruzione, ha comunicato oggi i nomi dei tre pretendenti: il gruppo polacco PBG PBGG.WA (Saipem, Maire Tecnimont e Polimex MOSD.WA), un gruppo guidato da Daewoo Engineering e Construction di Daewoo International (047050.KS: Quotazione).

"Il prossimo passo saranno i negoziati con gli offerenti e dopo ci saranno le proposte finali in aprile", ha spiegato in un comunicato Zbigniew Rapciak, responsabile di Polskie LNG.

"A maggio abbiamo intenzione di firmare l'accordo con il consorzio che si occuperà della costruzione del terminale LNG nel (porto baltico di) Swinoujscie".

La capacità del terminale, che sarà pronto entro la metà del 2014, dovrebbe essere di 5 miliardi di metri cubi di gas all'anno, con la possibilità di salire a 7,5 miliardi.

La Polonia al momento consuma 14 miliardi di metri cubi di gas, in maggioranza proveniente dalla Russia.