Sisal,salita quota mercato in 2009, vede settore +10-11% in 2010

martedì 2 febbraio 2010 14:12
 

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Sisal archivia il 2009 con un forte incremento del volume d'affari e con un deciso arrotondamento della sua quota di mercato e stima per il 2010 un altro anno di crescita per il settore giochi in Italia.

Lo ha detto l'AD del gruppo Emilio Petrone nel corso di una conferenza stampa.

A fronte di un mercato giochi e scommesse che in Italia è cresciuto del 14,4% con una raccolta complessiva di 54,4 miliardi di euro, il volume d'affari di Sisal, tra raccolta e servizi, è cresciuto nel 2009 del 43% a 9,4 miliardi e la sua quota di mercato è passata al 12,3% dal 10,9% del 2008.

I ricavi consolidati, secondo i dati preliminari, sono aumentati del 27% a 426 milioni e l'Ebitda si è attestato a 157 milioni, in crescita del 14%. Sui singoli giochi in concessione, Sisal ha raccolto 3,3 miliardi (+33%) con il SuperEnalotto, mentre con il recente Win for Life, lanciato a fine settembre, ha raccolto oltre 430 milioni in circa tre mesi.

Per il 2010, ha detto Petrone, "ci aspettiamo che il fatturato continui a crescere" in un mercato dei giochi che secondo l'AD potrebbe vedere un'espansione del 10-11%. "E' una stima molto preliminare, bisogna vedere quando arriveranno le videolotterie e quale sarà il loro impatto sul mercato", ha spiegato.

Le videolotterie saranno, insieme ai giochi online, il settore su cui Sisal investirà principalmente nel 2010, ha detto il manager. Le prime dovrebbero secondo le previsioni fare il loro ingresso nel mercato italiano nel primo semestre di quest'anno; sui giochi online, dopo l'introduzione del poker online a fine 2008, si sta lavorando ora su un progressivo allargamento dell'offerta.

Petrone ha sottolineato infine che "in questo momento gli azionisti non hanno un piano per la quotazione della società", ipotesi che comunque non è esclusa a priori, e che non ci sono progetti di M&A in vista.

I principali azionisti di Sisal sono i fondi Apax, Permira e Clessidra.